Il Gran Sasso e il territorio

L'origine del nome della città di L'Aquila

Quante volte ci interessiamo alla storia di una località senza conoscerne l'origine del nome? Un viaggio affascinante alla scoperta del nome della città abruzzese di L'Aquila: un'emozione tra mito e realtà

Quando si parla di una cittàmolto spesso risulta difficile non iniziare dalla sua storia, in quanto è proprio il suo passato che ha influito fortemente sulla sua cultura, la sua arte, le sue credenze, le sue tradizioni, il suo stesso sviluppo nel corso della storia.

Ma quanti si chiedono perché si chiama così? Stessa sorte è toccata alla città di L’Aquila (Abruzzo): della città abruzzese si conoscono i monumenti, le bellezze paesaggistiche, la storia, la cultura, le tradizioni, ma in pochi sanno l’origine del suo nome, apparentemente semplice ma non immediato.

L’Aquila e il suo nome: origini toponomastiche

La scelta di questo nome per la città di L’Aquila si deve all’antica scelta del luogo per la nascita del nuovo nucleo abitativo. Noto come Acquilis (ma anche Acculie Acculae, per la ricca presenza di sorgenti d’acqua), il luogo prescelto per la nascita della nuova città si trovava in una posizione strategica, perfetta per fondare un nuovo centro abitato.

Ancora oggi ben visibile (esattamente corrispondente all’attuale Borgo Rivera, dove si trova la rinomata fontana delle 99 cannelle), questa terra ebbe il compito di donare il suo stesso nome al nuovo centro abitato, trasformato "volgarmente” in "Aquila”, utile anche a richiamare l’emblema dell’aquila imperiale, che appare ancora oggi nel Gonfalone della Città.


Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.